Sabato, 13 Luglio 2024 (S. Enrico imperatore 'Il pio')

Sei in: Rubrica Segnalazioni » BELLEZZA E OMBRE DELL'UOMO NEI RACCONTI DI LORENZO OGGERO

  • mail

BELLEZZA E OMBRE DELL'UOMO NEI RACCONTI DI LORENZO OGGERO

17/03/2023, 15:10

Nella raccolta “Non c'è due senza uno. Ventitré racconti” di Lorenzo Oggero si parla della bellezza e anche delle ombre dell’essere umano; l’autore ci conduce in una galleria di ritratti ben dipinti: alcuni sono delicati e dai colori tenui, altri drammatici e in cui prevalgono i toni scuri, oppure vi sono quelli dai colori sgargianti e dalle linee marcate. Avremo quindi racconti poetici e altri ironici, così come agghiaccianti o profondamente malinconici; in ognuno di essi vi è inoltre la significativa presenza dell’arte e della musica.

Ad esempio, nel primo racconto intitolato “L’ora di Monet”, veniamo introdotti nella vicenda dalle note delle Variazioni Goldberg di Bach: l’autore narra la storia d’amore di Aurelio e Federica, due anime affini, che affrontano insieme una dura prova. Ne “Il gioco delle vocali”, invece, l’autore ci ricorda l’importanza delle parole, e non sarà l’unica volta all’interno di questa raccolta; incentrata sulla credenza del “nomen omen”, questa storia gioca con le vocali e ipotizza delle connessioni tra le persone in virtù di esse. Ne “La morte dell’analista” si racconta il dolore psicologico del protagonista, seguendolo mentre cerca di venire a patti con la scomparsa del suo psicoterapeuta, che sconvolge il suo equilibrio. In “Mirò” conosciamo l’ironia caustica dell’autore: il protagonista è un cane, che non vuole saperne di lasciare in pace una coppia nel momento dell’amplesso; ne “L’isola che non fu” viaggiamo nel 1811 a bordo di una nave militare britannica. Ne “La penna d’oro” l’autore mostra le sue abilità narrative in quella che probabilmente è la storia migliore della raccolta; è una vicenda surreale, in cui un uomo si ritrova in un luogo di espiazione in cui il suo tormento è scrivere la storia della sua vita, e allo stesso tempo dimenticarla - «Mi penetrano nelle orecchie le parole della penna d’oro: Lei – ed è come se rispondesse ai miei pensieri – non ha più cuore, né sangue, che cosa crede di poter conservare, non ha più nulla di suo».

Casa Editrice: Edizioni Helicon
Genere: Raccolta di racconti
Pagine: 316
Prezzo: 20,00 €

 

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter