Giovedì, 01 Dicembre 2022 (S. Eligio vescovo)

Sei in: Rubrica Segnalazioni » A LULA GIANFRANCO NONNE E LA "SUA" GRAZIA

  • mail

A LULA GIANFRANCO NONNE E LA "SUA" GRAZIA

02/10/2022, 15:09
Da sin: Rina Cambosu, Neria De Giovanni e lo scultore Nonne accanto alla sua opera

Nell' indagare il percorso espositivo, in parte antologico, delle opere plastiche di Gian Franco Nonne sono costanti i riferimenti alla poetica surrealista di Magritte, Dali’ e Breton (come cita il noto e celebre critico d’arte Giorgio Pellegrini).
L’autore personalizza le sue opere con un linguaggio ricco di ironia, provocazione, leggerezza e insieme bellezza stilistica che incuriosisce e incanta.
La scelta dei soggetti, dei corpi umani, dei volti, talvolta innestati con rapaci o a supporto di colonne piuttosto che acrobaticamente sospesi in fragili equilibri, coinvolgono, non lasciano mai indifferenti, talvolta destabilizzano ma molto spesso catturano!

 

Il ritratto scultoreo della Deledda attrae anche per le dimensioni monumentali con cui si presenta.
E’ una scultura che induce ad una compassata e silenziosa osservazione a tutto tondo: il volto, i tratti del viso, le rughe dell’arcata sopraccigliare, la bocca serrata e il movimento avvolgente dei capelli riconducono tutti alle caratteristiche fisiognomiche della nota scrittrice. 
Si riflette di lei, come in uno specchio interiore la levatura culturale e risulta evocatrice dei suoi racconti.
I suoi tratti calmi, compassati, gli occhi chiusi e assorti in misteriosi pensieri e profonde riflessioni ci riportano anche ad una sensibilità malinconica e combattiva.
Nella fisiognomica del viso, si riflette appieno il profondo legame con l’isola natia della scrittrice per quella Sardegna barbara, arcaica, che non smetterà mai di mettere al centro dei propri romanzi.

 

Come in parallelo anche l’artista Nonne, in coerenza con la sua poetica, ci ha restituito, in questo ritratto scultoreo, lo stesso legame per la stessa terra.

RINA CAMBOSU

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter