Mercoledì, 19 Gennaio 2022 (S. Mario martire)

Sei in: Rubrica Segnalazioni » A NOVARA TORNA IL FESTIVAL INTERNAZIONALE SCRITTORI&GIOVANI. TEMA "LE ORIGINI"

  • mail

A NOVARA TORNA IL FESTIVAL INTERNAZIONALE SCRITTORI&GIOVANI. TEMA "LE ORIGINI"

15/11/2014, 09:33

Scrittori e giovani il festival letterario internazionale di Novara e provincia, torna nel 2014 con nuovi incontri e nuove occasioni di cultura.

La formula della rassegna resta quella apprezzata nelle passate cinque edizioni in cui ha ospitato Pennac, Grossman, Adonis, Evtushenko, Larsson, Falcones,
Magris, Lucarelli
e molti altri scrittori, che anche quest'anno incontrano i giovani dentro e fuori le loro scuole, e una volta in carcere, ma sempre con un’apertura degli eventi al pubblico adulto.

Funziona così: gli istituti “adottano” uno scrittore e leggono i suoi libri grazie a una distribuzione anticipata di centinaia di copie gratuite che è il tratto originale e distintivo del festival. L’obiettivo è sempre diffondere il piacere e l’interesse della lettura, non scontato in un’epoca come questa tanto visuale e tecnologica quanto distratta, con un valore aggiunto: avere l’opportunità di trovarsi faccia a faccia con personalità del panorama letterario internazionale.

L’iniziativa, sostenuta fin dalla prima edizione dalla Regione Piemonte con altri enti locali, come il Comune di Novara con la Biblioteca Civica Negroni, e quest’anno anche dalla Fondazione CRT, rende la pianura di Novara e le sponde dei due laghi, Maggiore e Orta, un terreno fertile per le parole seminate da cultura, letteratura ed editoria.

Il tema del festival, “le origini", è declinato non soltanto in appuntamenti nelle scuole superiori ma anche in eventi serali e pomeridiani aperti alla cittadinanza e in attività come corsi, laboratori di scrittura, mostre e stage, con un premio speciale “Terra degli aironi” a Luis Sepúlveda e un originale concorso per booktrailer. Così, seguendo il filo rosso del tema, si va dall’origine di un vero genio, come quello del protagonista del romanzo dello scrittore danese Morten Brask, all’origine del mondo e del tempo che si può scoprire grazie alle domande di Edoardo Boncinelli in Alla ricerca delle leggi di Dio, dall’origine del carattere nazionale degli italiani nei romanzi di Sebastiano Vassalli fino ad arrivare a Ishmael Beah che ha dato voce all’origine di uno dei fenomeni più angoscianti del ventesimo secolo, quello del guerriero bambino: la letteratura ancora una volta offre occasioni per scoprire qualcosa di nuovo fuori e dentro di noi.

redazione
tags

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter