Giovedì, 26 Novembre 2020 (S. Corrado vescovo)

Sei in: Rubrica Segnalazioni » "Cosima- Il peso dell’eros nella narrativa di Grazia Deledda”, Mostra personale di Alfonso Silba al Monte Granatico di Orosei

  • mail

"Cosima- Il peso dell’eros nella narrativa di Grazia Deledda”, Mostra personale di Alfonso Silba al Monte Granatico di Orosei

17/08/2020, 17:10

Con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Orosei e la Pro loco, si aprirà giovedì  20 agosto alle ore 20, 00 presso il Monte Granatico di via Mannu, la mostra personale di Alfonso Silba: Cosima- Il peso dell’eros nella narrativa di Grazia Deledda”.

In apertura ne parleranno il sindaco di Orosei Nino Canzano e Neria De Giovanni, presidente dell’Associazione Internazionale dei Critici Letterari, autrice del libro “Il peso dell’eros” sulle protagoniste femminili dell’opera di Grazia Deledda , che ha ispirato l’opera pittorica di Alfonso Silba.
Carmen Deidda, presidente del Centro Studi G.Guiso di Orosei , coordinerà gli interventi.

Neria De Giovanni presenterà anche il suo quindicesimo libro dedicato alla scrittrice nuorese, “Grazia Deledda corrispondenze giovanili” (Nemapress Edizioni),  in quanto è arricchito da una copertina che reca un quadro di Alfonso Silba tratto proprio dalla mostra personale “Cosima”.

In calce al libro la De Giovanni ha pubblicato una breve presentazione dell’opera deleddiana di Alfonso Silba che così conclude:

“ Dopo Bernardino Palazzi, Giuseppe Biasi, Antonio Ballero, Mario Delitala, Remo Branca, Plinio Nomellini, ecc. ecc. Grazia Deledda e le sue opere parlano ancora al cuore e alla mano di un artista: Alfonso Silba (www.alfonsosilbarte.it) ha dedicato 22 quadri, alcuni di notevole dimensione, alla nostra Premio Nobel, lasciandosi trasportare dalla potenza dell’eros che soprattutto le sue protagoniste scatenano nell’immaginario e nella visione dei lettori. (...)
L’arte di Alfonso Silba non è, fortunatamente, agiografica né ricalca i moduli stilistici cui ci ha abituato una stanca modellistica anche pittorica. Così come la Deledda non descrive mai nei dettagli l’atto d’amore, ma nutre la passione attraverso lo sguardo, il gesto, il sospiro ed il sogno dei protagonisti, anche Silba si affida all’immagine ora di una donna il cui volto è nascosto dai capelli, ora ad un personaggio femminile ritratto per intero, ma di spalle.  La sua è una pittura che alimenta il Mistero. D’altronde nel mito Eros si unisce a Psiche nel buio e scompare per sempre quando la donna vuole vederne il volto in piena luce, ritornando avvolto nel mistero.”

La Mostra “Cosima- Il peso dell’eros nella narrativa di Grazia Deledda”, resterà aperta fino al 6 settembre 2020.
 

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter