Lunedì, 20 Maggio 2024 (S. Bernardino da Siena)

Sei in: Rubrica La Poesia, I Poeti » "NOVEMBRE" DI GIOVANNI PASCOLI

  • mail

"NOVEMBRE" DI GIOVANNI PASCOLI

09/11/2022, 09:52

Bisogna rileggere i grandi poeti.

Bisogna rileggere Giovanni Pascoli. Ha poesie che parlano al nostro cuore, che evocano atmosfere ora liete ora tristi, ma sempre collegate con il suo e il nostro vissuto.

Come questa famosisima Novembre con cui Pascoli ci ricorda la ricorrenza tristissima del 2 novembre, giornata dedicata ai nostri morti. Ma lo fa con versi che mettono in evidenza la stessa natura con le foglie che cadono, il silenzio della campagna, e il desiderio di una prossima primavera.

 

NOVEMBRE

di Giovanni Pascoli

 

Gemmea l’aria, il sole così chiaro
che tu ricerchi gli albicocchi in fiore,
e del prunalbo l’odorino amaro
senti nel cuore…

Ma secco è il pruno, e le stecchite piante
di nere trame segnano il sereno,
e vuoto il cielo, e cavo al piè sonante
sembra il terreno.

Silenzio, intorno: solo, alle ventate,
odi lontano, da giardini ed orti,
di foglie un cader fragile. È l’estate,
fredda, dei morti.

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter