Giovedì, 06 Maggio 2021 (S. Benedetta vergine)

Sei in: Rubrica La Poesia, I Poeti » MARATONA DEGLI SCRITTORI NEMAPRESS PER LA GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA

  • mail

MARATONA DEGLI SCRITTORI NEMAPRESS PER LA GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA

Antonio Maria Masia, Antonetta Carrabs, Marella Giovannelli, Pierfranco Bruni, Neria De Giovanni, Rosa Elisa Giangoia, Anna Manna, Angelo Sagnelli, Silvano Trevisani

20/03/2021, 19:36

Il 21 marzo, primo giorno di primavera, dal 2000 è anche la giornata Mondiale della poesia, voluta dall’UNESCO nel 1999.

Si intende celebrare in tutto il mondo una delle arti più universali che accomunano i popoli.

In questo particolare momento di distanziamento sociale, la Nemapress edizioni intensifica la sua presenza con i nuovi strumenti di comunicazione on line.
La redazione della Nemapress ha chiesto ai suoi scrittori, di leggere in video alcuni versi. I vari contributi saranno visibili dal 21 marzo sul canale YouTube della Nemapress, sulla pagina social Facebook della casa editrice, nel sito web della Nemapress (nemapress.it) e nella Rubrica Video del portaleletterario.net.

Neria De Giovanni, direttora editoriale della Nemapress, ha anticipato il video con un suo contributo leggendo due famosissime liriche di Gabriele D’Annunzio: La sera fiesolana e La pioggia nel pineto. Neria De Giovanni insieme a Pierfranco Bruni, con la Nemapress edizioni ha pubblicato il libro su D’Annunzio “Io ho quel che ho donato” approfondendo l’opera poetica del Vate.
Ecco gli scrittori  protagonisti della maratona poetica Nemapress:
Antonio Maria Masia (Roma), con una poesia nata nel periodo dei sequestri dedicata a Fabrizio De Andrè; Marella Giovannelli (Olbia) con un testo inedito intitolato “Il mio amore incondizionato”; Antonetta Carrabs (Monza) legge un testo scritto proprio durante la primavera scorsa in pandemia “La primavera sul ramo del mandorlo selvatico”; Pierfranco Bruni (Taranto) autore del libro “Nient’altro che la verità - Leonardo Sciascia” legge due poesie poco note dello scrittore siciliano intitolate “In memoria e I morti”; Anna Manna (Roma) legge come un unico monologo alcune sue poesie tratte dal libro “Ebbrezze d’amore, dolcezze e furori”; Silvano Trevisani (Taranto) interpreta un brano dal suo poemetto cosmologico “Planetario”; Rosa Elisa Giangoia (Genova) legge alcuni versi tratti dalla sua opera teatrale sulla vita di Margherita di Brabante moglie dell’imperatore Enrico VII morta di pesta a Genova; Angelo Sagnelli (Roma) interpreta una delle sue poesie filosofiche dedicate al destino dell’uomo “È la nostra umanità tutta intera a cercare ciò che si è perduto”.

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter