Mercoledì, 02 Dicembre 2020 (S. Bibiana vergine e martire)

Sei in: Rubrica Grazia Deledda » GRAZIA DELEDDA OSPITATA SU ALGANEWS.IT CON VIRGINIA MURRU

  • mail

GRAZIA DELEDDA OSPITATA SU ALGANEWS.IT CON VIRGINIA MURRU

25/05/2020, 20:11
Grazia Deledda

Da pochi giorni ho avuto una bella sorpresa. Leggendo gli articoli sempre interessanti del quotidiano online ALGANEWS.IT , diretto da Lucio Giordano,  nella sezione cultura svettava la copertina del mio ultimo libro “Grazia Deledda-Corrispondenze giovanili” (Nemapress, 2020) con  una nutrita recensione a firma di Virginia Murru.
 

Del mio quindicesimo libro sulla Deledda Virginia Murru ha saputo cogliere gli aspetti più importanti che mi premeva mettere in rilievo.
La giovanissima età della nostra scrittrice, poco più che ventenne, l’intraprendenza e il coraggio per non tradire quello che sentiva come suo destino, la scrittura; la fitta rete di corrispondenza intrattenuta con personalità di cultura di tutta Italia per sfuggire alla solitudine e all’isolamento; i frequenti rapporti epistolari dove si intrecciavano sentimento e cultura, letteratura e desiderio.
E poi la Murru ha ben sottolineato quello che credo sia un valore aggiunto del libro, cioè la copia anastatica della prima recensione letteraria che Grazia pubblicò nel 1892. Come presidente dell’Associazione Internazionale dei Critici Letterari non potevo non rimarcare questa peculiarità di scrittura!

Ebbene Virginia Murru con chiarezza e competenza ha saputo presentare al meglio tutto questo. Ecco uno stralcio dalla sua recensione che dimostra come ci sia ancora chi veramente legge tutto un libro prima di scriverne sopra.

E non sembri un paradosso, visto il mal vezzo di recensire fidandosi soltanto su quanto riportato in quarta di copertina…

Virginia Murru, ALGANEWS.IT, 23/05/2020:
"(...)L’autrice, quale profonda conoscitrice e studiosa dell’opera deleddiana, riporta nel volume la copia anastatica di un prezioso scritto originale, riguardante la recensione di un romanzo pubblicato nel 1892 da un giovane triestino, Giulio Cesari, intitolato ‘Vigliaccherie femminili’. A Neria De Giovanni il prezioso originale fu donato dall’avv. Pasquale Giordano, e questo spunto è la base di partenza per l’analisi dell’attività  letteraria della Deledda nel suo ruolo di critica. E’ noto che fin da giovanissima  mise infatti alla prova in ogni ambito il suo talento e le capacità espressive nell’arte della scrittura.
L’intraprendenza alla giovane Deledda non mancava di certo, e addentrarsi in ‘territori inesplorati’ dell’arte per la quale nutriva una passione pressoché travolgente, la stimolava, misurarsi con i suoi limiti, considerata l’età, non era un deterrente, ma una sfida a scavalcare il muro dell’esperienza.
La recensione al romanzo ‘Vigliaccherie femminili’ è stata la prima che scrisse, apparsa poi nel quindicinale ‘La vita sarda’ (in seguito riportata ne ‘La vita letteraria’ di Napoli). Questo esordio della giovane Deledda in qualità di critica è in certo qual modo il ‘là’ dell’opera ‘Corrispondenze giovanili’ pubblicata da Neria De Giovanni, la quale ha analizzato un aspetto inedito del Premio Nobel, certo poco conosciuto, che nel lontano 1892 s’improvvisa ‘recensora’, e da allora sarà praticamente sommersa di richieste, alle quali lei non saprà mai dire di no.(...)


 

NERIA DE GIOVANNI
Foto (1)

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter