Giovedì, 13 Giugno 2024 (S. Antonio di Padova)

Sei in: News » Attualità » Concorso letterario Internazionale "Sognalibro", di Massimiliano Messina

  • mail

Concorso letterario Internazionale "Sognalibro", di Massimiliano Messina

Nei giorni scorsi a Calasetta, in Sardegna, la manifestazione conclusiva che ha riunito ii vincitori dal Brasile, dalla Scozia e dal Perù

01/03/2017, 11:03 | Attualità

"Passare la notte, forse”, di Gianni Fresu: sono il titolo del racconto e il nome del vincitore della prima edizione del Concorso letterario internazionale per racconti brevi SOGNALIBRO, organizzato e promosso da dreamBOOK edizioni Sardegna (emanazione di dreamBOOK, la casa editrice madre che ha sede in Toscana, a Pisa), nato per dare voce agli autori sardi e, in particolare, a quelli che vivono lontano dall’Isola, in Italia e all’estero.

Fresu, nato a Sassari ma vissuto a Cagliari, è proprio uno di questi ultimi: risiede in Brasile, dove insegna Filosofia Politica all’Università di Uberlandia. Il concorso, che ha proposto come tema il “sogno”, ha ricevuto il patrocinio dall’Assessorato regionale alla Cultura e il sostegno della FASI (Federazione delle Associazioni Sarde in Italia) e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Calasetta.

E proprio a Calasetta (non a caso dreamBOOK Sardegna e il concorso hanno il loro fulcro nel Sulcis, territorio con un forte bisogno di investire nel settore della cultura), nell’aula consiliare del Comune gremita di pubblico, e di autori, fra cui lo stesso Fresu, si è svolta nei giorni scorsi la cerimonia di premiazione, con il sindaco Antonio Vigo e l’assessore alla Cultura Remigio Scopelliti a fare gli onori di casa. Un centinaio i racconti pervenuti al concorso, venti i finalisti (che vedranno il loro racconto pubblicato in una antologia curata da dreamBOOK), fra i quali è stata scelta la terna vincitrice. 


“Passare la notte, forse” regala, con stile letterario maturo e originale, profili di vite di personaggi che si muovono in una Cagliari di qualche decennio fa, dove le aspirazioni, i sogni inseguiti viaggiano accarezzati da una colonna sonora di musiche che quelle generazioni hanno segnato”. Questo uno stralcio della motivazione con cui Gianni Fresu è stato premiato dalla Giuria del concorso, composta dalla presidente Neria De Giovanni, saggista e critica letteraria, da Maria Paola Masala e Giacomo Serreli, firme storiche del giornalismo sardo, da Loriana Pitzalis, responsabile di dreamBOOK Sardegna, Massimiliano Messina, giornalista (direttore della collana di poesia “sogninversi” di dB), e Marta Carta, giovane collaboratrice di dB Sardegna. Il vincitore si è aggiudicato un soggiorno per due persone di una settimana offerto dall’Hotel Luci del Faro di Calasetta e dalla Fasi.

Seconda classificata Manuela Deidda, cagliaritana che vive in Scozia, a Glasgow, dove è ricercatrice di Economia, con il racconto Carrelli e bignè” (“… il viaggio continuo di chi cerca l’affetto e il coronamento di un sogno, di chi, pur non cancellando le sue radici, si sente comunque cittadino del mondo”). A lei, come premio, il percorso benessere per due offerto dal Lu’ Hotel di Carbonia. I

l terzo gradino del podio è stato conquistato da Chiara Canu, di Carbonia, con il racconto Altrove” (“… fa ritrovare il lettore tra quella disperazione composta e dignitosa su una barca cui i protagonisti del racconto affidano il loro sogno di attraversare il Mediterraneo”).


La Giuria ha anche assegnato una menzione speciale a “Non ho sonno” di Luciano Ibba, di Villanovafranca, missionario in Perù, a Sicuani, nel Dipartimento di Cusco, che ha raccontato una storia difficile ma carica di speranza.

Una sezione del concorso è stata dedicata alla poesia in lingua sarda: vincitore è risultato essere Giuseppe Urraci, di Fordongianus ma residente in Svizzera, a Birr, con i versi toccanti di “Si podia cun boghes de sirena”.

Massimiliano Messina
Foto (1)

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter