Mercoledì, 01 Febbraio 2023 (S. Severo vescovo)

Sei in: News » Attualità » Danila Marsotto : il commissario Baleni indaga ancora, di Antonio Pileggi

  • mail

Danila Marsotto : il commissario Baleni indaga ancora, di Antonio Pileggi

28/09/2022, 12:30 | Attualità

Avevo già letto il libro di Danila Marsotto,Le stelle in parallelo – Il commissario Baleni indaga”, Nemapress edizioni, 2020. Ma nella primavera del 2022 ho avuto modo, e il privilegio, di conoscere di persona l’Autrice del libro, che ha illustrato particolari significativi del suo racconto nel corso dello “speciale” salotto letterario denominato “Trastevere legge” e organizzato dalla Casa editrice Nemapress.

Una bellissima occasione. Un’occasione che mi ha spinto a scrivere questa recensione per rendere omaggio alla bravura di Danila Marsotto, che è autrice di molti libri, prevalentemente di libri gialli.

Danila Marsotto è, sotto diversi profili, legata allo stile letterario di Simenon, autore del celeberrimo commissario Maigret. A sua volta, ha “costruito”, letterariamente, il suo Commissario, che però ha connotati “italici” correlati, in modo originale e con appropriatezza, all’ambiente e alla cultura dell’Italia contemporanea. L’Italia del centro della città metropolitana e del piccolo paese di provincia. È l’Italia dove troppo spesso le vittime dei reati sono oggetto di una doppia violenza: la violenza dell’azione delittuosa e la violenza (e la beffa) dell’impunità goduta dagli autori di delitti.

Il commissario si chiama Giulio Baleni e risulta dotato non solo di una elevata capacità investigativa, ma anche di una grande sensibilità umana, di empatia e di una notevole simpatia. Sono qualità, queste, che coinvolgono il lettore e lo tengono avvinghiato alle indagini e ai ragionamenti sviluppati, in modo del tutto originale, durante l’investigazione. Una investigazione strutturata e tecnicamente articolata tanto da dare l’idea di assistere allo svolgimento di un film. Oserei dire, in proposito, che il libro somiglia alla sceneggiatura di un film per la cura con cui sono descritti tutti i personaggi che via via compaiono nella dinamica della narrazione. Un cenno particolare merita il quadro sinottico sullo stato delle indagini che prova a coinvolgere (e a stimolare) il lettore nella ricerca della soluzione del caso.

Chi non ama leggere libri gialli spesso li evita per un’errata concezione sulla rilevanza letteraria del “genere giallo.”  Invece, leggere gialli aiuta anche a comprendere le motivazioni e i comportamenti degli eredi di Caino, che uccidono e mentono. Uccidere e mentire è il fare e il dire di tutti i Caini del pianeta Terra. I Caini che sono sempre al centro di ogni omicidio e di ogni genocidio. Ed è importante comprendere (e studiare) come si comportino gli esseri umani innanzi ad un delitto, al più grave dei delitti: l’omicidio. L’omicidio che, purtroppo, è ancora presente nella storia umana nonostante il timido,  incerto e controverso progresso della civiltà.

Sta di fatto che quasi tutti i libri gialli hanno a che fare con l’omicidio e con la ricerca del colpevole o dei colpevoli. Non è fuori da questo schema il libro giallo scritto da Danila Marsotto, intitolato “La stella in parallelo, sottotitolo: “Il Commissario Baleni indaga”.
Ma la narrazione di Danila Marsotto sa cogliere sia la singolarità e le incognite della vicenda che la singolarità dei personaggi, che vengono descritti magistralmente e con dovizia di particolari sui loro connotati caratteriali.

L’autrice, nel descrivere le qualità del Commissario, come infallibile protagonista delle indagini, chiarisce che  “Baleni sapeva che ogni caso ha una sua storia. In tutta la sua carriera non si era mai imbattuto in un caso uguale ad un altro, magari simile, ma uguale mai. Ed il perché è semplice: ogni vittima è unica.”

Particolarmente significativa è la descrizione del senso del dovere del commissario Giulio Baleni, la sua empatia e il suo pensiero costantemente rivolto anche ai parenti della vittima.

La nobiltà degli ideali del Commissario Baleni e il suo efficace impegno professionale emergono nella loro interezza e sono il “dono” che ci fa Danila Marsotto col suo bel libro.

Foto: Danila Marsotto legge dal suo libro accanto a Neria De Giovanni a "Trastevere legge" 

        Antonio Pileggi

ANTONIO PILEGGI
Foto (3)

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter