Giovedì, 08 Dicembre 2022 (Immacolata Concezione)

Sei in: News » Attualità » Tempo di leggere, sempre

  • mail

Tempo di leggere, sempre

A chi servono le Fiere? In chiusura della XIII edizione della Fiera Nazionale della piccola e media editoria, Più libri più liberi

12/12/2014, 19:55 | Attualità
Dacia Maraini e Neria De Giovanni davanti allo Stand Nemapress L24

“Le fiere servono a chi le organizza. Solo loro ci guadagnano, tutti gli altri perdono”, recentemente un’importante personalità della cultura della economia italiana ha rilasciato questa dichiarazione molto dura durante un incontro di lavoro.

Penso a questo alla conclusione della Fiera nazionale Più libri più liberi alla quale partecipo fin dal primo anno con le Edizioni Nemapress che dirigo.

Ogni edizione ho esposto le nostre novità e presentato i nostri autori.
Faccio un distinguo: economicamente non riusciamo a riprenderci le spese, secondo me ancora troppo alte ma come attività di comunicazione siamo ancora una volta soddisfatti.

Credo che l’organizzazione della Fiera che gode di numerosi finanziamenti pubblici- Regione Lazio, Comune di Roma, MIBAC, AIE, ecc.- avrebbe potuto diminuire il quantum che chiede ad ogni espositore , in relazione all’indubbio stato di crisi in cui ci dibattiamo. Noi della cultura, soprattutto.
La grande affluenza di pubblico e l’interesse di tutti sono dovuti propri alla dovizia di offerte editoriali, alle variopinte e variegate proposte culturali messe in campo dagli Editori.

Con la Nemapress abbiamo presentato la collana Mignon con l’opera teatrale di Serena Maffia, Adele Alba, con la cui la giovane scrittrice racconta cosa è successo nella casa di Bernarda Alba facendo seguito al famoso, ultimo scritto di Garcia Lorca.

Poi è stata la volta della collana Narrativa con Luisa Bussi e il suo Vuoto di scena, romanzo giallo ambientato negli anni di piombo e con Maria Teresa Petrini e il suo La sarcedotessa di Nur , come è indicato nel titolo una storia ambientata nell’epoca nuragica di Sardegna.


Infine abbiamo presentato la collana Teatro con i suoi ultimi titoli: Camilla Migliori e il suo Narrativa in scena con la riduzione teatrale di grandi romanzi europei; Liliana Cantatore con Estuario propone in tre atti una vicenda che ha le sue origini in un altro testo teatrale, Clarisse, da cui il regista Rosario Tronnolone ha tratto un radiodramma per Radio Vaticana.

Poi la collana Poesia con Antoni Canu e Le mies mans con poesie in catalano di Alghero tradotte in italiano.

A che servono le Fiere dunque? A conclusione di questa XIII edizione di Più libri più liberi certamente resta una grande stanchezza ma anche la certezza che leggere si deve, leggere si può. Leggere sempre e non soltanto dopo un regalo di Natale.

Neria De Giovanni
Foto (5)
Sala Corallo Presentazione di Serena Maffia
Sala corallo, presentazione Migliori , Canu e Petrini
Sala Coralo, pubblico
Dacia Mariani e Neria De Giovanni allo Stand Nemapress
Sala Corallo, parla Petrini

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter