Mercoledì, 08 Dicembre 2021 (Immacolata Concezione)

Sei in: News » Attualità » Sardegna, Terra Madre che ama comunque...., di Nunzio Isoni

  • mail

Sardegna, Terra Madre che ama comunque...., di Nunzio Isoni

28/07/2021, 11:49 | Attualità

Ti amo Madre, più di ieri e meno di domani. Una volta sapevi correre, ridere, cantare: oggi le tue vecchie mani hanno a malapena la forza di afferrare e offrire tozzi di pane. Ma io t'amo come sei. Pur divorata dal fuoco, dalla violenza delle fiamme, amo il volto perso in sogni eroici antichi tanto splendidi in durezza quanto in rude fierezza, volontà e determinazione.

Amo il cuore generoso, nobile, il corpo nudo, istintivo; amo il tuo spirito puro, tessuto ospitale di umanità e parole d'onore, poco nulla testa e pensiero, che inibiscono l'autenticità, slanci sinceri del cuore e l'amore. Non vuoi essere chiamata Madre ma tutti noi tu crei, nutri, accogli: nessun figlio ti disgusta, né ti fa ribrezzo il corvo, il rospo, il profugo nero, il turista accorto, il disperato nato appena sbarcato.

Tutti pesticciano il suolo, tutti ti toccano, ti camminano sopra, baciano. Avidamente succhiano cibo eterno, allungano bocca e braccia al seno materno. E tu li ami indistintamente, incluso il piromane, chi ti dà fuoco, brucia uccide e strangola, incapace come sei di reagire e fare male, accettando le ingiustizie, abusi, dolore, facendoti rossa per aver subito e perdonato ogni cosa come il sacerdote al confessionale.
 

Perdona loro, che non sanno quello che fanno.
Grazie Grande Madre

NUNZIO ISONI
Foto (2)

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter