Sabato, 05 Dicembre 2020 (S. Saba abate)

Sei in: News » Attualità » Ritorna Susan Sontag e la malattia come metafora

  • mail

Ritorna Susan Sontag e la malattia come metafora

29/10/2020, 14:57 | Attualità

La malattia è il "lato notturno della vita".

"Una cittadinanza più onerosa", dice Sontag nella celebre metafora: si nasce con una doppia cittadinanza, nel regno dei sani e in quello dei malati. Sebbene tutti preferiamo usare solo il passaporto buono, prima o poi ognuno di noi è obbligato a identificarsi almeno parzialmente come cittadino dell'altro luogo.

Susan Sontag scrisse Malattia come metafora nel 1978, mentre era malata di cancro lei stessa.

Nel suo studio rivela che le metafore e i miti che circondano determinate malattie aumentano notevolmente la sofferenza dei pazienti e spesso impediscono loro di cercare un trattamento adeguato.

Attraverso una fitta rete di riferimenti letterari e culturali (da Lucrezio a Thomas Mann), Sontag illustra il repertorio delle più fertili mitologie elaborate nel tempo intorno alle malattie più temute (negli anni in cui scriveva: cancro e AIDS): dalla metafora della guerra a quella dell'invasore interno, fino al flagello vendicatore dell'AIDS, che punisce le colpe ed estingue i peccati.

UFFICIO STAMPA NOTTETEMPO
tags
Foto (1)

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter