Sabato, 08 Agosto 2020 (S. Domenico di Guzman)

Sei in: News » Attualità » Cristian Lubinu, controllo apparente. Esposizione personale.

  • mail

Cristian Lubinu, controllo apparente. Esposizione personale.

La galleria CULT di Alghero presenta “ Controllo apparente“ di Cristian Lubinu. Il progetto installativo è visitabile fino al 24 luglio. A cura di Valentina Piredda-Sardinia.

14/07/2020, 18:48 | Attualità

Prima di svelare le ragioni all’origine di questo progetto fortemente emotivo, vale la pena confrontarsi con le decine di personaggi scultorei che Cristian Lubinu posiziona all’interno della galleria.  Come insieme, suggerirebbero assembramenti, percorsi sospesi su tavole che simulano strade da percorrere. L’interruzione dell’attraversamento che evoca da un lato cambi di rotta, dall’altro suggerisce precipizi a simboleggiare ricadute.  

Due mondi uno in alto, dal corpo scuro, uno in basso col corpo chiaro.
Sono individui che occupano lo stesso spazio, per un certo momento appartengono allo stesso mondo. Ogni gruppo è portatore di codice. Sono codici differenti?
In un simulato atrio sottostante, sotterraneo, l'artista ha inserito un personaggio perennemente illuminato dietro una grata, il cervello.
E’ proprio questo elemento plastico, questa scultura, a guidare uno dei percorsi di lettura che rimanda all'origine dell’attuale opera d'arte di Cristian Lubinu.

 

“L'idea della mostra "CONTROLLO APPARENTE" nasce dall'esperienza vissuta durante l'insegnamento tra le mura di un carcere in Sardegna nel 2018-2019. Dopo un primo momento di smarrimento e leggero timore essendo un'esperienza del tutto nuova, Il confronto e l'aprirsi a questo mondo, ha fatto sì che tutte queste sensazioni tramutassero in qualcosa di positivo e costruttivo. Gli allievi reclusi nella struttura da subito hanno dimostrato grande interesse a ciò che gli veniva impartito, erano curiosi e molto motivati nell'apprendere i diversi insegnamenti. Anche noi docenti eravamo curiosi e interessati sempre più nell'esplorare e conoscere meglio queste persone che nonostante celassero molteplici segreti e vissuti poco limpidi in realtà dimostravano di avere sensibilità e  in molti casi notevoli capacità di apprendimento. La sensazione che si aveva dentro le mura era quella di una comunità serena e quasi normale come nella vita fuori dalle carceri, ma allo stesso tempo anche un senso di controllato equilibrio celato da una sentore di angoscia. Da tutte queste impressioni è nata l'idea di realizzare questo progetto, due mondi paralleli e convergenti che comunicano ma non si incontrano quasi mai, il confronto tra gente comune priva di macchie e quello dei colpevoli macchiati da reati.” (Cristian Lubinu).
L’evento si svolge in collaborazione con: Ass. Fondo VP-Sardinia, Museo Casa Manno/Alghero, Nemapress Edizioni, Salpare, Roma, Alghero

 

Gli spazi della Galleria Cult sono dotati di due ingressi sui Bastioni che permettono l’entrata e l’uscita in sicurezza. Fino al 24 luglio sarà possibile visitare la mostra con distanziamento previsto.

Aperta tutti i giorni: dalle 19.00 alle 23.00. Altri orari anche su appuntamento con mail a: galleriacult@gmail.com

 


Galleria CULT - Bastioni Marco Polo 39a/b – Alghero

 

 
 

Foto (1)

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter