Giovedì, 20 Giugno 2019 (Madonna della Consolazione)

Sei in: Rubrica Segnalazioni » LE IMMAGINETTE SACRE DAL 1750 AL 1950, MOSTRA DI ROCCO ATENE

  • mail

LE IMMAGINETTE SACRE DAL 1750 AL 1950, MOSTRA DI ROCCO ATENE

02/01/2019, 16:40

Sabato 5 gennaio inaugurazione della mostra di Rocco Atene su Arte e devozione popolare: le immaginette sacre dal 1750 al 1950, nei locali del Centro sociale anziani di Lauropoli, in corso Laura Serra Cassano,25.
 

La mostra, promossa e organizzata dal Centro studi Cresesm sarà inaugurata, alla presenta dell’autore, alle ore 16.30. Introdurrà i lavori il giornalista Martino Zuccaro che evidenzierà il valore storico, religioso dei “santini” nel vissuto quotidiano; interverranno, inoltre, il vescovo della diocesi di Cassano mons. Francesco Savino, Felicia Laurito e Franco Tufaro.
 

La mostra resterà aperta al pubblico dal 5 al 10 gennaio dalle ore 10 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30.
Oltre che all’ambito artistico, per i manufatti più antichi e agli ex voto, i santini sono stati, in varie epoche, testimonianza di pietà popolare o di religiosità popolare.

La Chiesa cattolica ha sempre dedicato molta attenzione a tale fenomeno religioso, polare e sociale, in quanto per gli studiosi cristiani le immaginette sacre, sia per i collezionisti che per i devoti,  sono state un fenomeno vasto e complesso. A tal punto che lo stesso Paolo VI se ne occupò nell’Evangelium  nuntiandi, in quanto coinvolge non solo la liturgia ma anche le pratiche religiose, il culto dei santi, le processioni, le feste religiose e simili. Anche il prof. Gabriele De Rosa definì la religiosità popolare come la “religiosità del popolo di Dio”. Già all’interno della chiesa cattolica convivevano varie forme devozionali con particolari vincoli anche giuridici. Del fenomeno legato alle immaginette sacre si è occupato, inoltre, la Pontificia commissione per i beni culturali della Chiesa disciplinando la materia anche attraverso un  corposo intervento (1981) dell’allora cardinale J. Ratzinger.
 

Chi è l’autore? Rocco Atene, “collezionista per passione”, custodisce gelosamente una consistente raccolta di reperti di grande interesse storico e documentario. Egli frequenta e quindi ben conosce i principali mercati e mercanti di antiquariato, locali di rigattieri, aste di antiquariato, mercati delle pulci  da Roma in su.  Si è trasferito giovanissimo in provincia di Bergamo dove lavora,  coltivando da molto tempo  la passione per la ricerca minuziosa di documenti civili, militari e religiosi, di medaglie, pergamene e  proclami che servono a ricostruire la storia recente e remota della Calabria e segnatamente della Sibaritide, con particolare riferimento a Cassano, Lauropoli, Doria e Sibari.

Senza perseguire alcun fine di lucro, ma per mera passione e attaccamento alla storia della  Calabria, ha allestito anche una “sezione nazionale” dove sono raccolti documenti, medaglie al valor civile e militare, vecchie pagelle scolastiche del ventennio mussoliniano, nonché documenti commerciali e atti ufficiali della Curia e della Diocesi di Cassano Ionio. I pezzi più interessanti sono stati rinvenuti nei mercatini di antiquariato del centro nord: al mercatone sul Naviglio (Mi), Casale  Monferrato, Nizza Monferrato, Vercelli, Perugia, Parma, Rimini e Roma solo per citare qualche località.

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter