Giovedì, 24 Maggio 2018 (S. Corinna)

Sei in: Rubrica Grazia Deledda » ANTONIO MARIA MASIA, NICOLA VALLE E I FIGLI DI GRAZIA DELEDDA

  • mail

ANTONIO MARIA MASIA, NICOLA VALLE E I FIGLI DI GRAZIA DELEDDA

06/04/2018, 17:12
Antonio Maria Masia

Agli “Amici del libro” benemerita associazione di Cagliari, attiva da tanti anni nell’ambito della promozione culturale, Antonio Maria Masia, presidente del Gremio, Associazione dei sardi di Roma, è stato invitato per una conferenza su Nicola Valle, musicista, scrittore, conferenziere, animatore culturale, giornalista pubblicista, critico letterario, musicale e d’arte e direttore per oltre quarant’anni dell’Associazione «Amici del Libro», da lui voluta, e della rivista di cultura e di attualità «II Convegno».
 

Inoltre Nicola Valle è stato anche più volte protagonista di eventi culturali nella sede romana del Gremio.
 

Preparandosi per la conferenza, Antonio Maria Masia mi ha mostrato un importante volume di scritti critici di Nicola Valle sui personaggi di primo piano della letteratura sarda tra cui, ovviamente, spicca il nome di Grazia Deledda.
 

Così grazie ad Antonio, ho potuto leggere una lettera di Grazia ai figli, che riproduco come testo, perché credo che dimostri bene con quanta delicatezza ed insieme attenzione la scrittrice assolse anche il compito di madre.

Ecco la lettera è indirizzata ai suoi due figli Sardus e Franz:

“Caro Sardus e caro Franz, l’albero dell’orto è pieno d’uccellini che però vogliono volare prima di avere le ali forti. Così vengono giù e non possono ritornare su e se li mangiano i gatti. Questo perché sono come i bambini disobbedienti.
(...) Così puttini state buoni e a Villa Borghese non allontanatevi dalla zia, perché io sto sempre in pensiero. Tornerò presto. Salutate la zia e state buoni, Un bacio dalla vostra Mamma”

NERIA DE GIOVANNI
Foto (1)

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter