Domenica, 18 Novembre 2018 (S. Frediano vescovo)

Sei in: Rubrica Anniversari » T.S.ELIOT: A SESSANT'ANNI DAL PREMIO NOBEL

  • mail

T.S.ELIOT: A SESSANT'ANNI DAL PREMIO NOBEL

“per il suo eccezionale e pionieristico contributo alla poesia contemporanea".

13/09/2018, 14:50

Thomas Stearns Eliot (nato il 26 settembre 1888) le cui poesie de La terra desolata hanno contribuito ad alimentare al fantasia di molti scrittori post-apocalittici e fantasy di tutto il mondo, solitamente noto come T.S. Eliot  era nato a Saint Louis, 26 settembre 1888 e morì a Londra, 4 gennaio 1965). Poeta, saggista, critico letterario e drammaturgo statunitense naturalizzato britannico è stato premiato nel 1948 con il Nobel per la letteratura.
 

Autore di diversi poemi, alcuni dei quali destinati al teatro: Il canto d'amore di J. Alfred Prufrock, La terra desolata, Gli uomini vuoti, Ash Wednesday, Quattro quartetti, Assassinio nella cattedrale e Cocktail Party.

Allo scoppio della prima guerra mondiale si trasferì a Londra dove nel 1917 trovò lavorò come impiegato presso la Lloyd's Bank e cominciò a pubblicare le prime poesie.
Sposò la ballerina Vivienne Haigh-Wood, nonostante le preoccupazioni dei genitori
dovute all'instabilità mentale della donna. Dopo essere diventato direttore della casa editrice Faber and Gwyer (più tardi Faber and Faber), con la quale pubblicò lavori di giovani artisti quali Ezra Pound, Wystan Hugh Auden, Stephen Spender,


Allo scoppio della prima guerra mondiale si trasferì a Londra dove nel 1917 trovò lavoro come impiegato presso la Lloyd's Bank e cominciò a pubblicare le prime poesie.

Sposò la ballerina Vivienne Haigh-Wood, nonostante le preoccupazioni dei genitori dovute all'instabilità mentale della donna. Dopo essere diventato direttore della casa editrice Faber and Gwyer (più tardi Faber and Faber), con la quale pubblicò lavori di giovani artisti quali Ezra Pound, Wystan Hugh Auden, Stephen Spender, passò un periodo di tempo in una clinica svizzera per sottoporsi ad una cura psicologica e quivi terminò la sua opera La terra desolata, che pubblicò nel 1922. La poesia era rimasta la sua unica opportunità di fuga dalla vita familiare.
 

Maturò intanto una sua conversione alla religione cristiana, già evidente in alcuni passi de La terra desolata.
Nel 1927 divenne suddito britannico e si definì un "classicista in letteratura, monarchico in politica, Anglo-cattolico in religione". Infatti quell'anno aveva cominciato a frequentare la Chiesa anglicana, convertendosi poi all'anglicanesimo e professando idee conservatrici, cosa che lo allontanò ideologicamente dall'amico Ezra Pound, rivoluzionario, repubblicano e filo-fascista al tempo stesso, oltre che di tendenze religiose pagano-orientaleggianti.

 

Eliot si separò dalla moglie facendola ricoverare in un istituto per malati mentali, dove ella morì nel 1947 e questo gli lasciò un profondo senso di colpa. Negli ultimi anni Eliot si concentrò maggiormente sui problemi etici e filosofici della società moderna e nel 1948 gli fu conferito il Premio Nobel per la letteratura "per il suo eccezionale e pionieristico contributo alla poesia contemporanea".

Foto (2)

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter