Lunedì, 23 Ottobre 2017 (S. Giovanni da Cap.)

Sei in: News » Attualità » Saluto ed onore alla testata online "La donna sarda", di Neria De Giovanni

  • mail

Saluto ed onore alla testata online "La donna sarda", di Neria De Giovanni

"Premio Alghero donna" sezione Giornalismo per l'alta qualità degli articoli e servizi pubblicati a centinaia da una redazione tutta al femminile

30/09/2017, 14:03 | Attualità
Concita de Gregorio (al centro) dopo il Premio Alghero donna con Columbu, Muntoni e Muggianu Scanu

Non ci posso credere! Aprendo la mia pagina Facebook apprendo la notizia: “La donna sarda” , la testata on line di un gruppo di redattrici coraggiose  e bravissime, dopo tre anni chiude. Sì, chiude.

Che cosa succede per le donne? Purtroppo il mondo del  giornalismo e dell’editoria non è diverso dal resto della società: ho la sensazione he stiamo andando indietro con l’eccezione di qualche fulgido esempio.

Così anche una realtà editoriale importante per numeri di “cliccate” nella Rete e qualità di articoli. “La donna sarda”, cede alla logica dei quattrini, l’economia perversa che non ha occhi ma soltanto bocca vogliosa di soldi ancora di più, ancora di più…

Come studiosa di Grazia Deledda non potevo non apprezzare la rinascita di questa testata storica che diede ospitalità e successo alle pagine sarde di Grazia prima del suo trasferimento a Roma.
L’ho così apprezzata da proporre la candidatura della Redazione di “La donna sarda” per la sezione “Giornalismo” del Premio Alghero Donna 2016 che, in quell’anno deleddiano,  ha avuto anche la medaglia del Presidente della Repubblica come riconoscimento  di qualità e serietà delle scelte.
Per salutare le amiche della redazione e l'editora Francesca Columbu,  lpubbilico a motivazione al loro premio "Alghero donna" e le saluto: alla prossima avventura, perché ci sarà, ne sono certa!

La Donna Sarda" fondato e diretto da Francesca Columbu, è un magazine
on line che dal 2014 mira a coniugare contenuti giornalistici, di
approfondimento e d’informazione, con le più ampie tematiche
generaliste che ruotano intorno al mondo femminile.

Il magazine riprende il nome della testata fondata nel 1898 da Maria
Manca Colombo, che diede vita al primo periodico femminile sardo, e al
quale collaborò attivamente sin dall’inizio  Grazia Deledda con
numerosi  racconti e recensioni.

E alla scrittrice Premio Nobel l’attuale magazine dedica particolare
attenzione con articoli di approfondimento sull’opera e sulla sua
vita, a firma di Ilaria Muggianu Scanu e Cristina Muntoni.

Tra i progetti editoriali portati avanti con successo si segnala il
volume “SARDEGNA AL FEMMINILE Storie di donne speciali”, allegato l’8
marzo al quotidiano L’Unione Sarda per la collana “La biblioteca
dell’identità”. Ancora più recentemente, il magazine è stato media
partner del Premio letterario internazionale “Galtellì”, il paese reso
famoso da Grazia Deledda nel romanzo Canne al vento.

Per la coralità che contraddistingue questa impresa femminile, più che
femminista, volta ad indagare la complessità del mondo di quelle che
loro stesse amano definire, con la doverosa ironia, 'guerriere con i
tacchi', la Giuria del Premio Alghero Donna attribuisce il
riconoscimento nella sezione giornalismo all’intera redazione de La
donna sarda

NERIA DE GIOVANNI
Foto (1)

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter