Martedì, 21 Novembre 2017 (S. Alberto vescovo e martire)

Sei in: News » Attualità » I festival estivi: caccia aperta al turista-spettatore, di Neria De Giovanni

  • mail

I festival estivi: caccia aperta al turista-spettatore, di Neria De Giovanni

08/09/2017, 09:50 | Attualità

L’estate sta finendo…
Settembre e maggio sono sempre stati, tradizionalmente, i mesi congressuali, quelli in cui Università, Associazioni, Istituzioni programmano i loro incontri periodici, di studio, sociali, di lavoro.

Ma i mesi caldi, da giugno ad agosto, si stanno prendendo la loro rivincita e in tutta Italia, di città in città, in montagna, al mare, è stato tutto un susseguirsi di Fiere, Premi, Rassegne. Soprattutto “Festival”.
Guardiamo il programma di questi “Festival” e ci domandiamo che cosa abbiano di diverso da un programma di eventi letterari, musicali, enogastronomici. Eppure vengono chiamati “Festival”.

Non so quando e da dove sia partita questa “moda” linguistica, tant’è.
L’estate che…sta finendo ha conosciuto una vera kermesse, a volte folle kermesse, di “Festival”, più o meno motivati dalla vocazione del territorio.
Il fine? Certamente catturare più spettatori possibile, spettatori che sono per la maggior parte turisti.

E qui sta, forse, la risposta. In maggioranza i festival estivi si inventano e si organizzano per incrementare il turismo, con un binomio spesso messo in atto anche negli assessorati,  (oltre che nei Ministeri…)di turismo e cultura.

Così la caccia è aperta al turista vacanziero.

Le vecchie feste patronali, tanto care al nostro meridione, stanno vivendo un revival coniugandosi con un Premio letterario, meglio se ad uno scrittore televisivamente famoso, con una Saga enogastronomica, con  Rassegne musicali e/o cinematografiche.

Ma, dopo tutta questa ubriacatura di appuntamenti  turistico-culturali, è scandaloso proporre un bel fine settimana di silenzio?

NERIA DE GIOVANNI
Foto (2)

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter