Mercoledì, 18 Settembre 2019 (S. Irene vergine)

Sei in: News » Attualità » Il Premio della Associazione della Crítica Spagnola 2018 a Villafranca del Bierzo

  • mail

Il Premio della Associazione della Crítica Spagnola 2018 a Villafranca del Bierzo

Di seguito la prefazione del presidente Angel Basanta al libro degli scrittori del Bierzo

26/03/2019, 16:13 | Attualità
Villafranca del Bierzo

Il premio della critica è uno dei più importanti nel sistema letterario spagnolo. È anche uno dei più antichi. La sua tradizione risale agli anni cinquanta dell'ultimo Novecento, nel bel mezzo del dopoguerra spagnolo. Nacque con la volontà di contrastare l'influenza dei premi letterari commerciali. E tra i suoi fondatori e membri della giuria nelle sue prime edizioni sono Francisco Ynduráin, Damaso Santos, Guillermo Díaz Plaja, José m ª Castellet, Juan Ramón Masoliver, Luis Horno Liria, Enrique Sordo, Antonio Valencia, tra gli altri prestigiosi Critici letterari del momento.
 

La prima edizione del premio della critica si è svolta a Saragozza nel 1956. Per diversi anni il premio è stato consegnato a Saragozza e Barcellona (Vallensana e Sitges), presentando opere di narrativa e poesia scritte da autori spagnoli e ispanici americani.
Dopo l’avvento della democrazia in Spagna, il premio della critica ha cominciato a viaggiare attraverso diverse città fino ad oggi, con libri scritti nelle quattro lingue spagnole: castigliano, catalano, galiziano e basco. Nelle sue ultime edizioni le riunioni della giuria hanno avuto luogo a Murcia, Soria (in due occasioni), Santa Cruz de la Palma, Pontevedra, Logroño, Ponferrada, Cáceres, Barcellona, Santander, per citare solo le più recenti.

La prossima edizione sarà il numero LXIV nella storia del premio della critica e sarà celebrata a Villafranca del Bierzo il 5 e 6 aprile 2019. L'associazione spagnola dei critici letterari, l’Associazione che convoca il premio e ne garantisce la continuazione e l'indipendenza, ha operato  come nelle precedenti edizioni, tenendo conto di due fatti fondamentali: la tradizione letteraria della città e l'interesse che le loro autorità hanno dimostrato in ricezione del premio.  E così l'AECL riconosce l'interesse mostrato dal Municipio di Villafranca, con il suo sindaco José Manuel Pereira e il consigliere Marcos Fernandez in testa, in stretto rapporto con lo scrittore e critico Berciano Manuel Ángel Morales Escudero, sempre impegnato nella Promozione dei valori culturali della loro terra.
E sappiamo tutti che Villafranca del Bierzo  ha elementi molto importanti, da Enrique Gil e Carrasco a Antonio Pereira e Juan Carlos Mestre, passando da Ramon Butcher, Raúl guerra Garrido e tutti gli autori Bercianos o strettamente legati a questa terra che collaborano in questo libro, per citare solo scrittori.
   

  L'importanza di un premio letterario è misurata dal catalogo degli autori premiati. In questo senso, il premio della critica può presumere di annoverare tra i suoi vincitori i più prestigiosi scrittori spagnoli nella narrazione e nella poesia degli ultimi 60 anni, da Camilo José Cela, Gonzalo Torrente Ballester e Miguel Delibes a Luis Mateo Díez, José m ª Merino, Rafael Chirbes e Javier Marías, passando da Ana m ª Matute, Mario Vargas Llosa, Ignacio Aldecoa, Rafael Sánchez Ferlosio, Juan marse, Ricardo Piglia, Cristina Fernández Cubas e Fernando Aramburu, tra gli altri grandi narratori di ieri e di oggi; E da Vicente Aleixandre, Luis Rosales, Octavio Paz e Blas de Otero a José Ángel Valente, José Hierro, Jose Manuel Caballero Bonald, Francisco Brines, Claudio Rodríguez e María Victoria Atencia, passando da Guillermo Carnero, Luis García Montero e Luis Alberto de Cuenca, tra gli altri poeti di prima linea.
 

    L' assunzione di Letterature catalane, galiziano e Baschi, prodotte con la fine della dittatura nel 1975, ha reso il premio della Critica l'unico concesso nelle quattro lingue dello stato spagnolo. È anche interessante notare che i più importanti poeti e narratori catalani, galiziani e Baschi hanno visto il loro lavoro riconosciuto con questo premio. Sarà sufficiente citare Salvador Espriu, Mercé Rodoreda, Josep Pla, Joan Margarit e Pere Gimferrer tra i catalani; Álvaro Cunqueiro, Xosé Luis Méndez Ferrín, Celso Emilio Ferreiro, Carlos Casares e Manuel Rivas tra i galiziani; e Bernardo Atxaga, Ramón Zaizarbitoria, Kirmes Uribe e Anjel Lertxundi tra i Baschi.
 

     Nella storia del premio della critica, che non è mai stato anticipato con alcun mezzo di comunicazione, che è ulteriore prova della sua indipendenza, i successi chiaramente predominano, sottolineati dal passare del tempo. Nella misura in cui è Impossibile fare la storia della letteratura spagnola degli ultimi 60 anni senza tener conto in ogni decennio del premio della critica. Cosa che non si può dire di nessun altro premio letterario assegnato in Spagna. Ecco perché scrittori, critici e professori hanno proclamato che il premio della critica genera canone. Ed è così che hanno trovato il loro prestigio.
 

Nella edizione di aprile 2019 saranno riconosciuti i migliori lavori pubblicati nell'anno precedente. L'incontro della giuria e la decisione del premio a Villafranca del Bierzo, sarà più  eventi promossi a corolla di un appuntamento culturale così importante, con la presenza di molti dei più prestigiosi critici letterari spagnoli che scrivono nei più importanti mezzi di informazione.
E così anche il premio della critica e Villafranca del Bierzo sarà inscritto per sempre nella storia della letteratura scritta in spagnolo, Catalano, galiziano e basco.

 

Le FOTO nell'articolo: Angel Basanta e Angel Basanta al centro del gruppo a Roman in Romania nel 2018 dopo il convegno dell'AICL 

Foto (3)

Media

stilefashion
viverecongusto
terraecuore

Apri un portale

Newsletter



Lavora con noi

Contatti

redazione@portaleletterario.net

facebook twitter